Italian Short Stories

 

Una riflessione sul significato

del tempo e della memoria

 

 

 

 

Tavola 3

Parma, Piazza della Pace, monumento al partigiano

 

Se c’è una figura mitologica in Italia, questa è quella del partigiano, termine genericamente utilizzato per definire tutti i combattenti della Resistenza, l’insieme dei movimenti politici e militari che si opposero al nazifascismo nell’ambito della guerra di liberazione italiana. Quando quindi si parla di partigiani in Italia s’intende patrioti combattenti. E per me la figura a cui subito penso è quello di Sandro Pertini, Presidente della Repubblica agli inzi degli anni ‘80 del secolo scorso, amatissimo per il suo stile schietto e senza fronzoli. Fu uno dei capi partigiani, ma il mio ricordo è legato ad un fumetto di Andrea Pazienza, disegnatore anch’egli assai noto in quel periodo, che lo ritraeva nelle vesti del Pert (così lo aveva affettuosamente ribattezzato) “l’ultimo esemplare di una razza di uomini duri ma puri come bambini”, protagonista di una lunga serie di disegni e vignette.