Italian Short Stories

 

Una riflessione sul significato

del tempo e della memoria

 

 

 

 

Tavola 16

Erto (Pordenone), diga del Vajont

 

La diga del Vajont è rimasta lì intatta da quel maledetto 9 ottobre 1963, quando una frana si staccò dal monte Toc e precipitò nel bacino provocando un’onda che superò la diga e distrusse il paese sottostante di Longarone causando 2000 vittime. Il monumento è la diga stessa, con la sua struttra ad arco a doppia curvatura in calcestruzzo, monumento alla follia e alla stupidità umana, alla cupidigia e alla sciatteria, al delirio d’onnipotenza di chi pensa di potere controllare e gestire qualsiasi evento.